questo blog si schiera decisamente per la libertà di stampa, e spera che aumenti in futuro qui in Italia.

questo blog spera anche che, con la maggiore libertà, migliori la qualità della stampa, in modo da non dover più scrivere al gazzettino per rettificare i loro articoli :)

mercoledì scorso hanno pubblicato una “analisi” (con molte virgolette) sulla redditività dei dipendenti delle società controllate dal comune di venezia. come consuetudine hanno usato i dati a conferma di tesi preconcette, mescolando le classiche pere e mele per distorcere la verità.

La precisazione
      QUEL METODO È OPINABILE
      Nel vostro articolo a pagina 4 di mercoledì 19 maggio, e nella relativa tabella illustrativa, parlate della produttività media per addetto dei dipendenti delle società controllate dal Comune; e mettete in risalto che quella dei dipendenti del Casinò è più bassa che in molte altre realtà. Non vengono precisati i criteri di calcolo, ma chi conosce i dati si accorge subito che il metodo utilizzato è opinabile, visto che si basa sul fatturato dell’azienda e non tiene conto dei trasferimenti al Comune. Provo a spiegarmi, arrotondando i dati per semplicità. Il casinò ha circa 600 dipendenti e nel 2009 ha incassato 160 milioni di euro. Circa 70 milioni vengono trasferiti direttamente al comune e quindi nel bilancio della società restano “solo” 90 milioni. Evidentemente voi avete utilizzato quest’ultimo dato. Utilizzando l’incasso lordo la produttività per addetto sale ad oltre 250 mila euro. Altro aspetto trascurato è proprio quello dei trasferimenti al Comune; ogni addetto del casinò produce un incasso netto di 120 mila euro per il Comune di Venezia, quindi per tutti i cittadini; cosa che non accade per i dipendenti delle altre società analizzate. Di questi tempi non mi pare un contributo da poco.
     
Lucio Scarpa
     
     
Mestre

la rettifica me l’hanno pubblicata, adesso mi tocca mandarne un’altra perché non voglio passare per mestrino.

Annunci