You are currently browsing the monthly archive for febbraio 2010.

spero di non dire qualcosa di inopportuno, ma la vicenda delle liste del PDL a Roma è decisamente emblematica. nessuno lo dice, ma le liste sono state presentate in ritardo perchè fino all’ultimo secondo si dovevano cercare qli equilibri sulla loro composizione.

nessuno dice neanche come sono state raccolte le firme. è possibile che si sia discusso sui nomi fino a venerdì notte, e il sabato mattina ci fossero migliaia di persone in coda per firmare le liste?

o è più verosimile che fossero state raccolte su moduli in bianco, e poi si siano messi i nomi dei candidati?

il rispetto delle regole non è il punto forte dei partiti italiani.

adesso ci maca solo che l’appello a Napolitano, per far ammettere la lista, venga accolto; così poi non si dovranno rispettare queste stupide burocrazie che a me, nostalgico, piace chiamare regole.

Annunci

uno si impegna per dire cose che gli sembrano intelligenti, analizzare i fatti con occhio attento, scoprire notizie interessanti che passano inosservate.

e poi, il post più letto della storia del blog è questo.

mia nonna è un’adorabile vecchietta, un po’ brontolona, di 92 anni. Da molti decenni vive, da sola, in una casa popolare; ha una piccola pensione, grazie al lavoro del marito, e si merita decisamente di avere un affitto agevolato. Leggi il seguito di questo post »

marghera è sempre al centro dell’attenzione, ma non si capisce mai cosa vi stia succedendo e che futuro potrà avere.

prendiamo due notizie relativamente recenti, una è che nascerà il primo impianto per realizzare energia dalle alghe. buono, forse.

l’altra è la decisione, da parte della regione veneto di riavviare il famigerato inceneritore SG31. male, di sicuro.

la centrale sarà finanziata dall’autorità portuale di venezia per il 51% e dalla enalg di giancarlo giglio e willer bordon (e già qui inizio a sentire puzza di bruciato); e secondo le dichiarazioni produrrà 40MW, ma secondo alcuni il dato è stato pesantemente sovrastimato e si arriverebbe a 7/8, non proprio la stessa cosa. e mica si usano le alghe della laguna, dovrebbero essere coltivate apposta; possiamo solo sperare che non si vada anche ad alterare il già fragile ecosistema lagunare. Leggi il seguito di questo post »

da anni do il mio otto per mille ai valdesi, unici ad utilizzarlo interamente per gli scopi a cui è destinato, ed unici a fornire un rendiconto annuale esaustivo ed attendibile.

quest’anno c’è un buon motivo in più.

bravi.