Il provvedimento intende attuare il principio della ragionevole durata dei processi, sancito sia nella convenzione europea dei diritti dell’uomo (art.6), che nella Costituzione (art.111).

In tale contesto, si colloca il meccanismo di estinzione del processo, espressione di una moderna sensibilità giuridica e destinato ad attuare il principio della «durata ragionevole» nel processo penale.

Forse non capisco, ma così non è che il processo diventa più veloce. Semplicemente a un certo punto il giudice si alza e dice:  “Signori miei, abbiamo scherzato. Scusate se abbiamo fatto perdere due anni di tempo a tutti voi e se abbiamo sprecato una enormità di denaro pubblico.”

Anzi, probabilmente non chiederanno neanche scusa.

E io che pensavo che la justitia ha da essere principiamente justa…

Annunci