You are currently browsing the monthly archive for ottobre 2009.

pierre_de_coubertinBene.

Ormai l’annuncio di Cacciari e Galan della candidatura di Venezia per le olimpiadi del 2020 è cosa ampiamente digerita. Lì per lì ha sorpreso i più; e ammetto che neanche io me l’aspettavo una uscita così tempestiva; dichiararlo appena proclamata la sede del 2016 ha dimostrato un indubbio tempismo. Chapeau!

A un mese di distanza, sono sfumate anche le polemiche sul, ridicolo, balletto di pretendenti italiane: Roma , Palermo , Bari.

Adesso inizia la lunga attesa; il nome della città candidata (una sola) si saprà solo dopo marzo 2010, dopo le elezioni amministrative. Quello che sappiamo per certo già oggi è che le prossime (nel 2012) si svolgeranno a Londra, e quindi in Europa. E che per il 2020 si profila una candidatura asiatica di indubbio fascino e prevedibile forza, Hiroshima/Nagasaki. Leggi il seguito di questo post »

Annunci

ignazio-marino

Da tempo sono convinto che parlare di destra e sinistra sia, non solo sbagliato, ma assolutamente fuorviante. Le due categorie non hanno più il significato che avevano nello scorso millennio, e le differenze di posizioni fra i partiti dei due schieramenti ormai sono sempre più labili.

Preferisco distinguere fra conservatori e innovatori, e mi spiace constatare che i conservatori sono in larghissima maggioranza in tutti gli schieramenti politici. Leggi il seguito di questo post »

venetianmacao

Non è un periodo economicamente fortunato per il paese, ma il settore del gioco è uno dei pochi che non ne sta risentendo. Nomisma* ha dedicato il suo quaderno dell’economia di aprile ad una attenta analisi sul gioco in Italia, dove evidenzia che nel 2008 la raccolta totale dei giochi legali è stata pari al 3% del PIL – 47,5 miliardi di euro – con un aumento rispetto al 2007 del 12,6%.

Il 2009 prosegue questo andamento positivo e le stime per quest’anno – 53,8 miliardi – sono di ulteriore crescita del settore, nonostante la crisi. Probabilmente si dovrebbe dire grazie alla crisi, perchè come ricordava a ottobre 2008 il presidente del Casinò di Venezia, Pizzigati, “Nelle crisi economiche si taglia il voluttuario però c’è sempre l’inseguimento del sogno». Dichiarazione perfettamente condivisibile, ma che non vale per il Casinò di Venezia; in questo caso la crisi ha portato una diminuzione degli introiti nonostante l’aumento degli ingressi, conseguenza di una minore spesa “pro-capite” dei clienti. Leggi il seguito di questo post »

confronto PD

Una proposta di Innovatori, che mi sento di consigliare a tutti:

Art.1 (Opportunità digitale)

A chiunque deve essere universalmente garantita l’opportunità di accedere ad Internet per la diffusione del proprio libero pensiero

Art.2 (Sviluppo)

I Governi favoriscono l’accesso locale ad Internet quale sviluppo democratico della Societa’ dell’Informazione. Leggi il seguito di questo post »

clicka qui!

Tweet

Categorie

La barca estinta